View Sidebar










 
Cicloturismo e proposte in Veneto

Cicloturismo e proposte in Veneto

3 April 2017 11:14

CICLOTURISMO ed il VENETO

oasi cervara 300x151 - Cicloturismo e proposte in Veneto

Programma di 4 giorni/3 notti Primavera Estate 2017

La Treviso – Ostiglia

Dopo colazione partenza in bici dall’ Hotel. Il percorso seguirà il seguente itinerario:
Quinto di Treviso – Santa Cristina – Badoere – Levada – Silvelle – Piombino Dese – Loreggia – Camposampiero – Santa Giustina in Colle – San Giorgio delle Pertiche – Campo San Martino – Curtarolo – Piazzola sul Brenta e ritorno.
Al termine del percorso ritorno in hotel, Abendessen und Übernachtung.

Cosa vedere:
L’itinerario consente di percorrere la ciclabile Treviso-Ostiglia, ciclovia realizzata dove un tempo sorgeva la linea ferroviaria statale che collegava Ostiglia con Treviso. Costruita per fini strategici e presto abbandonata poiché ritenuta superflua, fu successivamente riscoperta e terminata; a beneficiarne furono soprattutto i ricchi paesi agricoli del centro Veneto che videro in essa un’opportunità per i loro scambi commerciali. Ancora oggi lungo la frequentatissima pista ciclabile è possibile vedere le vecchie stazioni ferroviarie e i caselli, seppur segnati dal tempo, sono ancora pienamente riconoscibili. L’itinerario qui proposto contempla come ultima tappa Piazzola sul Brenta, nota per gli eventi artistico culturali che ogni anno hanno qui luogo, ma anche per la presenza di Villa Contarini, una delle più grandi ville venete di stile tipicamente Barocco.

 

 

Giro tra le ville e le campagna tra Mogliano Veneto e Preganziol

Dopo colazione partenza in bici dall’hotel. Il percorso seguirà il seguente itinerario:
Quinto di Treviso – Settecomuni – Preganziol – Mogliano Veneto – Campocroce – Zero Branco – Quinto di Treviso
Al termine del percorso ritorno in hotel, Abendessen und Übernachtung.

Cosa vedere:
L’itinerario consente di pedalare lungo il panorama tipicamente campagnolo di Treviso. In questo particolare contesto sorgono moltissime ville venete, più o meno note ai più, alcune delle quale ancora visitabili. A Campocroce sorgono Villa Coletti, Rigamonti, Cortellazzo; Preganziol si trovano Villa Franchetti, Villa Palazzi, Villa Condulmer; Mogliano Veneto ospita invece Villa Zoppolato, Villa Marcello e la ben più famosa Villa Benetton, detta la “Marignana” tipica villa veneta del settecento che fu nel secondo Novecento dimora dello scultore Toni Benetton che ne fece un luogo di cultura e di arte.

 

 

Da Montebelluna ad Asolo, giro tra i colli asolani

Dopo colazione partenza con minibus dall’hotel per il trasferimento a Montebelluna da dove è prevista la partenza. Il percorso seguirà il seguente itinerario:
Montebelluna – Asolo – Pagnano – Cornuda – Maser –Caerano San Marco – Mercato Vecchio – Montebelluna.
Al termine del percorso ritorno in hotel con minibus, Abendessen und Übernachtung.
Cosa vedere:
L’itinerario proposto porta il cicloturista alla scoperta del paesaggio collinare trevigiano presente ad Asolo. Lungo il percorso si trovano interessanti luoghi più o meno noti. Ad Altivole si trova il Barco della Regina Cornaro, luogo sconosciuto, ma molto affascinante. Fu dimora estiva della Regina Cornaro; qui la sovrana creò la sua magnifica corte costituita da dame, poeti, intellettuali… Secondo la tradizione fu proprio la piccola corte che venne a crearsi in questo castello a codificare l’uso dei patrizi veneziani di vivere in villa. A Casella d’Asolo, si incontra la bellissima Villa Rinaldi una delle più scenografiche architetture barocche della provincia trevigiana. Pagnano d’Asolo conserva ancora il suo Maglio, un mulino ad acqua costruito nel 1474; questo tipo di costruzione è uno dei simboli di Treviso e rappresenta
un importantissimo esempio di architettura industriale derivatoci dal passato. Endlich, come non citare Maser con Villa Barbaro, una delle ville del territorio realizzata da Andrea Palladio, parte del patrimonio dell’UNESCO. Al suo interno è contenuto uno dei più straordinari cicli d’affresco di Paolo Veronese.

 

 

Giro alla scoperta dei castelli delle Marca trevigiana

Dopo colazione partenza con minibus dall’hotel per il trasferimento a Susegana da dove è prevista la partenza. Il percorso seguirà il seguente itinerario:
Susegana – Collalto – Barbisano – Pieve di Soligo – Solighetto – Follina – Cison di Valmarino – See – Vittorio Veneto – Conegliano – Susegana.
Al termine del percorso ritorno in hotel con minibus, Abendessen und Übernachtung.

Cosa vedere:
Il percorso qui proposto è da rivolgersi a coloro che non sono proprio alle prime armi con questo sport; le salite presenti lungo il tragitto possono rivelarsi un arduo ostacolo per coloro che non hanno un buon allenamento. La prima tappa di questo itinerario ci porta a Susegana, dove troviamo il bellissimo ed ancora abitato Castello di San Salvatore e l’antico Castello di Collalto. A Follina merita una visita all’ Abbazia di Santa Marina Assunta o un breve momento di riposo nel bellissimo chiostro. Meraviglioso luogo d’interesse è Castelbrando, la cui atmosfera magica e poetica colpisce il visitatore che arriva a Cison di Valmarino. Una volta giunti a Conegliano, si è catturati dall’aspetto tipicamente medievale che il centro ancora conserva. I luoghi simbolo di questa cittadina sono il Castello e Contrada grande, la via principale che offre un suggestivo contesto entro cui poter passeggiare.

Quota individuale di partecipazione in camera doppia € 300,00
Supplemento singola € 80,00

Die Gebühr beinhaltet: n. 3 pernottamenti in mezza pensione in hotel 3*/4*, locale chiuso per custodia bici, Krankenversicherung / Gepäck.
Die Gebühr beinhaltet nicht: ingressi per le visite a piacere; cestini per il lunch lungo il tragitto, cene e bevande, persönliche Extras, tutto quanto non espresso nella voce “La quota comprende”.

.
Folgen

Holen Sie sich jeden neuen Beitrag in diesem Blog in Ihren Posteingang.

Kommen Sie mit anderen Anhängern: